Home Provincia L’USIF, il sindacato delle Fiamme Gialle, approda a Frosinone: si costituisce nel...

L’USIF, il sindacato delle Fiamme Gialle, approda a Frosinone: si costituisce nel capoluogo la sezione territoriale

Si è costituita la sezione territoriale di Frosinone dell’USIF (Unione Sindacale Italiana Finanzieri), la nuova “associazione professionale tra militari a carattere sindacale” che si propone di tutelare i diritti sindacali delle Fiamme
Gialle d’Italia ed alla quale i lavoratori militari della GdF potranno rivolgersi per la salvaguardia del loro lavoro e dei loro diritti. L’assemblea costituente si è tenuta nella sede della Uil, alla quale l’Usif aderisce, alla presenza del Segretario Territoriale Uil Frosinone Anita Tarquini e del presidente del consiglio provinciale Daniele Maura che si è messo a disposizione, in qualità di amministratore provinciale, per sostenere le iniziative del sindacato. Al termine dell’assemblea è stato nominato il direttivo composto dal Segretario Provinciale Antonio Punzo, dal vice Segretario Giuseppe Bianchini e dal delegato al consiglio regionale Roberto Vetrari. Lo stesso Segretario Punzo ha sottolineato: “Questo è un importante traguardo per le forze dell’ordine “con le stellette”, a cui solo fino a poco tempo fa non era consentito neppure associarsi ai fini sindacali. Siamo orgogliosamente fieri del riscontro avuto, a testimonianza che la problematica esiste e che l’emanazione di una Legge che disciplini compiutamente l’attività sindacale dei militari è quanto mai urgente. Il percorso fatto per giungere alla costituzione dell’USIF non è stato privo di ostacoli ed ha richiesto sacrifici, ma il 17 giugno si è finalmente giunti al traguardo. Non un mero atto amministrativo, ma un’assemblea partecipata, nascente “dal basso” (i soci fondatori non sono uno sparuto gruppo, ma 182 appartenenti alla Guardia di Finanza), anche e soprattutto in virtù del fatto che l’USIF ha posto alla base di ogni sua attività, anche la minore, il concetto vivo di democrazia. La tutela del lavoratore, il miglioramento delle condizioni di lavoro e la partecipazione al processo di efficientamento del Corpo rappresentano la missione di questa nascente Organizzazione. I finanzieri del XXI secolo, grazie alla riconosciuta specificità e unicità della missione istituzionale affidata al Corpo, rappresentano per Istituzioni e società civile un imprescindibile presidio di legalità a tutela degli interessi economico-finanziari del Paese. Nonostante l’impareggiabile senso di fierezza, si sentono sminuiti nei diritti di partecipazione democratica.
L’USIF – conclude Punzo – senza personalismi né logiche di potere, con prospettive e strumenti diversi rispetto al desueto modello della rappresentanza militare, attraverso il nascente modello sindacale si propone quale baluardo a tutela delle fiamme gialle nella risoluzione delle problematiche che impattano negativamente sulle condizioni professionali e personali non solo del lavoratore ma anche del proprio nucleo familiare”.