Home Area Nord Ferentino. Contenzioso Comune/Lavorgna, il consigliere comunale Maurizio Berretta (Lega): “a pagarne le...

Ferentino. Contenzioso Comune/Lavorgna, il consigliere comunale Maurizio Berretta (Lega): “a pagarne le conseguenze sono sempre i padri di famiglia”

il centro storico di Ferentino
Maurizio Berretta (Lega)

“Appare evidente che per le mancanze della Giunta comunale di Ferentino e della ditta appaltante per il servizio di raccolta dei rifiuti, ormai in contenzioso legale da mesi e mesi, chi è che ne paga le conseguenze, sono i lavoratori”; ad affermarlo, in una nota inviata a questa redazione, è il consigliere comunale Maurizio Berretta, capogruppo della Lega. Ecco la nota, di seguito pubblicata integralmente e senza modifiche: “è del 13 novembre scorso il provvedimento della ditta Lavorgna, affidataria del servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani, che comunica ai lavoratori (circa 30 persone) che a partire dalla retribuzione di ottobre 2019 sarà impossibilitata a garantire il regolare pagamento dello stipendio, tutto ciò dovuto all’applicazione delle “ILLEGITTIME PENALI CONTRATTUALI DA PARTE DEL COMUNE”.
Già il 4 aprile 2019 si era espresso il Tribunale di Roma con ordinanza 3148/2019 condannando il Comune di Ferentino a restituire 328.000,00 alla ditta appaltatrice impropriamente non pagate dal Comune di Ferentino, nei mesi successivi il Comune ha continuato l’opera di contestazione e di addebito delle penali, avvalendosi di professionisti esterni con consulenze pagate a peso d’oro, ma di fatto si è arrivati alla soluzione più indecorosa, il blocco dei salari a chi si alza ogni mattina presto per garantire un servizio vitale alla comunità, a chi con quello stipendio garantisce le risorse alla propria famiglia, fa studiare i propri figli, paga le tasse e magari si cura anche, i lavoratori, stanno chiedendo da diversi giorni un incontro risolutore anche con il Comune, ma chiaramente ad oggi nessuno si è prestato ad ascoltarli.
Lo scollamento tra la Giunta comunale e la nostra realtà locale è evidente, poco attenta alle reali esigenze, di fatto tutta apparenza e niente sostanza. Da parte nostra, come Lega, la massima solidarietà alle 30 famiglie dei lavoratori senza stipendio, pronti, al loro fianco, a sostenere le loro ragioni in ogni consesso.
Al Sindaco Antonio Pompeo chiediamo di non esitare ulteriormente, porre la l’attuale vertenza come priorità nella propria agenda, e far sbloccare immediatamente il pagamento degli stipendi, ma soprattutto per il futuro ad avvalersi di una squadra politica più collaborativa, assessori e consiglieri comunali, come nel caso gli assessori competenti all’ambiente ed alle finanze “assenti ingiustificati” su ogni problematica”.