Home Area Nord Mario Mariozzi tra Jair e Garrincha: sabato ad Alatri la presentazione di...

Mario Mariozzi tra Jair e Garrincha: sabato ad Alatri la presentazione di “MM7 Il pallone nel cuore”. Peppe Incocciati: «Con lui la mia prima esperienza nel calcio. Indimenticabile».

Exif_JPEG_420

ALATRI, 15 NOV – «Vedeva sempre la porta in modo naturale. Era fortissimo, uno dei più forti del campionato. Aveva una velocità eccezionale, era come il grande Jair». C’è chi ad Alatri (Frosinone) ricorda così Mario Mariozzi, strepitosa ala destra degli anni 50/60, poi tecnico tra i più stimati della regione e, infine, direttore sportivo. Un personaggio del calcio regionale (e non solo) che ha trascorso quasi mezzo secolo sui campi del Lazio, lasciando un ricordo indelebile fra tutti coloro che hanno avuto la possibilità di vederlo giocare, tra i suoi ex compagni di squadra, e anche tra i tantissimi calciatori che ha poi «lanciato» e avuto nelle sue diverse squadre prima come tecnico e in seguito come direttore sportivo. Per ricordarlo, nei giorni scorsi a Bellegra (Roma) è arrivata anche la Nazionale Old Italia, che tornerà in primavera per la seconda edizione della «Mariozzi Cup» in programma a Subiaco (Roma). Domani (sabato 16) ad Alatri Mariozzi sarà ricordato durante la presentazione del libro «MM7 Il pallone nel cuore», (edizioni PrintMaster) dedicato al fortissimo attaccante che infiammò anche i tifosi dell’Alatri, allora di scena nello storico campo «Sanità». Con i verderosa giocò anche la storica amichevole con la Roma di John Charles. L’appuntamento è previsto alle ore 11.30 alla Biblioteca comunale «Luigi Ceci», dove ci saranno anche il sindaco Giuseppe Morini e il delegato allo Sport del Comune, Massimiliano Rossi. Nel libro, 160 pagine a colori e con una bella veste grafica, si raccontano le tante prodezze di Mariozzi da calciatore (inseguito allora anche dal Frosinone e da diverse squadre di serie C), protagonista in quegli anni pure con la Rappresentativa laziale – considerata una Nazionale di categoria – che in quei tempi era per i calciatori un traguardo di grandissimo prestigio. Mariozzi fu in procinto di firmare con la Roma e vicinissimo a vestire la maglia della Lazio, dopo un lungo ritiro a Tor di Quinto, con i biancocelesti guidati da Fulvio Bernardini. Nel libro ci sono interviste ad ex calciatori, dirigenti e tifosi. Spazio pure a Peppe Incocciati, che prima di finire al Milan andava ad allenarsi con il Fiuggi guidato in quella stagione proprio da Mario Mariozzi. «Un’esperienza indimenticabile, la prima nel calcio», ricorda Incocciati. L’ex attaccante di Milan, Napoli e Atalanta, che ora allena l’Atletico Fiuggi, ha dedicato proprio a Mario Mariozzi l’esordio in questa stagione della squadra termale in serie D. Per Rocco Cignitti, già difensore del Frosinone e del Rieti, «Mario poteva fare una grande carriera, vederlo giocare era un piacere. Era come l’attaccante brasiliano Garrincha».