Home Area Nord L’Holi Ecofestival e il Palio di San Pietro Celestino chiudono l’estate di...

L’Holi Ecofestival e il Palio di San Pietro Celestino chiudono l’estate di Ferentino; bilancio entusiastico del sindaco Antonio Pompeo: “una stagione di eventi da incorniciare”

Si è chiusa ufficialmente ieri, con il Palio di San Pietro Celestino e il coloratissimo party dell’Holi Ecofestival, la stagione degli eventi estivi con il ricco cartellone messo a punto dal Comune di Ferentino.

Una domenica densa di appuntamenti, quella di ieri, che ha visto la città fare un tuffo indietro nella storia con il tradizionale corteo in costumi d’epoca che ha preceduto la sfida goliardica del Palio di San Pietro Celestino, conteso tra le quattro porte della città: Porta Montana (con i cavalieri Franco Picchi, Alessandro Piccirilli e Paolo De Santis); Porta San Francesco che ha schierato Pietro Boccanelli, Damiana Boccacci e Massimo Paris; Porta Sanguinaria con Simone Ceccarelli, Patrizio Podagrosi, Alessandro Zaccari e Porta del Borgo o Sant’Agata vincitrice del Palio 2018, che ha mandato in campo Enzo Bondatti, Fernando Cellitti e Pierfrancesco Coppotelli.

Ad aggiudicarsi il Palio 2019 è stata Porta Sanguinaria che, al termine della gara in zona Vascello, è stata travolta dai festeggiamenti per una straordinaria vittoria.

Subito dopo, all’Orto del Vescovo, sette aree tematiche, ciascuna contrassegnata da un diverso colore, hanno dato vita a una spettacolare festa con luci, suoni e polveri colorate, lanciate in aria a tempo di musica, una degna conclusione della due giorni dedicati al rispetto per l’ambiente con una serie di iniziative sul ‘Plastic Free’, con momenti teatrali – con la rappresentazione ‘Una serata con i De Filippo’, andata in scena sabato sera, nella splendida location del giardino storico di Villa Gasbarra – oltre a tante attività didattico-ricreative, che hanno coinvolto bambini e ragazzi.

Ma quella di ieri è stata anche una domenica dedicata all’arte e alla pittura in particolare: nella nona edizione della ‘Giornata dell’arte’, è stato ricordato l’architetto Lorenzo Cocco con la premiazione del concorso di pittura estemporanea.

“La giornata di ieri, – questo il commento del sindaco Antonio Pompeo – durante la quale si sono susseguiti numerosi appuntamenti che hanno riscosso l’apprezzamento sia da parte degli adulti che dei più piccoli, è stata la degna conclusione di un’estate ricca di eventi, rassegne, mostre, spettacoli, momenti ludici e giornate culturali culminata nella tradizionale quattro giorni di ‘Ferentino è’. Una formula collaudata che, grazie a una macchina organizzativa estremamente efficiente e puntuale, è riuscita addirittura a superare le aspettative già ottimistiche, costellando l’estate 2019 di numerose e apprezzabilissime iniziative, che hanno contribuito a dare lustro alla nostra città e a richiamare numerosissimi visitatori e turisti da tutta la provincia. Voglio ringraziare, quindi, coloro che hanno lavorato per l’ottima riuscita degli eventi e quanti hanno partecipato alle tante manifestazioni del cartellone estivo, animando le nostre strade e le nostre piazze. Un’estate da incorniciare – conclude il primo cittadino – che ora lascia il posto alla programmazione per le festività natalizie, per le quali sono già in cantiere appuntamenti che si rinnovano e tanti spunti per nuove e coinvolgenti iniziative”.

Queste le dichiarazioni degli assessori comunali di Ferentino a Turismo e Cultura, Angelica Schietroma e all’Ambiente, Evelina Di Marco, a conclusione degli eventi nell’ambito dell’iniziativa ‘Holi Ecofestival Plastic Free’: “la due giorni dell’Holi Ecofestival, che si è conclusa ieri con una grande e bellissima festa di condivisione e amicizia, è stata voluta e pensata proprio per attenzionare un aspetto della vita della comunità che oggi è quanto mai attuale e sentito: il rispetto per l’ambiente e per la natura, le azioni e gli interventi, anche quotidiani, che si possono mettere in campo per salvaguardare il nostro ecosistema, limitando qualsiasi forma di inquinamento. Non a caso la due giorni ha avuto come location i due polmoni verdi della nostra città: l’Orto del Vescovo e il giardino di Villa Gasbarra, ottenendo apprezzamento e partecipazione da parte di tutte le fasce d’età. Una seconda edizione che ha riscosso notevole successo e che ci spinge a pensare a nuovi e coinvolgenti progetti nel segno dell’ecosostenibilità”.