Home Cronaca Conad-Auchan, sciopero nei supermercati; anche i lavoratori del Simply di Osteria della...

Conad-Auchan, sciopero nei supermercati; anche i lavoratori del Simply di Osteria della Fontana di Anagni incrociano le braccia: “il nostro futuro è incerto”; e manifestano davanti al Mi.S.E.

Incrociano le braccia oggi – mercoledì 30 ottobre – i 18mila lavoratori della rete Auchan/Sma coinvolti dalla maxi operazione di acquisizione avviata dal Consorzio Nazionale Dettaglianti Conad; tra questi, ci sono anche i lavoratori anagnini del supermercato Simply di Osteria della Fontana di Anagni. Lo sciopero, proclamato dai sindacati di categoria Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs, sarà supportato da un presidio organizzato davanti alla sede del ministero dello Sviluppo Economico in concomitanza del tavolo convocato al dicastero a cui hanno preso parte decine di lavoratori provenienti da Anagni.
Alla manifestazione romana sono stati presenti circa 600 lavoratori dell’intera rete.
Dopo lo strappo consumato nelle scorse settimane al tavolo sul passaggio dei primi 109 negozi e dei 5700 lavoratori coinvolti, i sindacati puntano il dito contro la mancanza di garanzie sulle tutele occupazionali rivendicando un vero piano di rilancio della rete vendita e certezze sul futuro dei lavoratori sia per i diretti che per tutto l’indotto.
“E’ prioritario richiedere ed ottenere, nella trattativa nazionale dalla società che controlla Auchan, da un lato un ruolo responsabile e costruttivo e dall’altro precise linee di investimento e un quadro chiaro della cessione dei punti vendita che saranno operate da qui in futuro oltre che le necessarie garanzie occupazionali per tutti i lavoratori”, fanno sapere i responsabili delle organizzazioni sindacali che, inoltre, sottolineano, insieme ai lavoratori non si limiteranno ad essere passivi spettatori dello smantellamento dell’impresa e della parte più performante della rete vendita.
“Siamo qui oggi per richiedere garanzie rispetto alla continuità operativa, commerciale e occupazionale del compendio di gruppo – ha commentato Giovanna Eustachi della Fisascat CISL – gli incontri finora convocati non hanno portato a nessun accordo di tutela dei lavoratori ed è per questo che il nostro obiettivo è mantenere alta l’attenzione su questa vertenza”.